D-E-F glossario del marketing

D-E-F glossario del marketing2018-07-25T15:51:19+00:00

D-E-F Glossario del Marketing

Direct Marketing:

Sono tutte le azioni che l’impresa svolge per comunicare con il proprio pubblico di riferimento, cercando il contatto diretto Azienda-Cliente: Esempi molto semplici possono essere il telemarketing (via telefono) che ben conosciamo, vendita diretta (venditori direttamente a casa o in azienda) chi non ha mai avuto almeno una visita dagli agenti della Folletto? Inoltre il Direct Marketing è anche via posta (con l’utilizzo di lettere informative, bollettini ecc…), televendite (usando la vendita sul mezzo televisivo), ultimo entrato nella categoria è il social media marketing, che prevede la presenza di annunci finalizzati alla vendita diretta Azienda-Cliente.

Data Base:

È una banca dati, quindi una raccolta di informazioni raccolte e organizzate secondo esigenze specifiche per gli usi più diversi. Anche la rubrica del nostro telefonino è a tutti gli effetti un Data Base.

Educational Marketing:

Ogni attività volta a trasferire informazioni della nostra impresa sia verso l’interno che verso l’interno. Possono concretizzarsi in brochure, depliant, pagine di giornale, spot TV, radio, presentazioni powerpoint, pdf da inviare alla rete vendita, post sul blog e sui social ecc…

Facebook:

Facebook è il Social Network più “popolato” la mondo, con 2 miliardi di iscritti. Nato nel 2004 con l’idea di sviluppare online la raccolta delle facce già esistenti all’Università di Harvard sotto forma di libro (face-book il libro delle facce appunto), si è poi allargato ad altre università americane fino ad avere oggi quella rilevanza mondiale che tutti conosciamo, sia in termini di popolarità che di fatturato. Il business che propone è sostanzialmente la vendita di annunci pubblicitari sulla piattaforma tramite ad una profilazione accurata del target di riferimento che gli iscritti spontaneamente donano al business di Mark Zuckerberg. Se l’iscrizione è gratis e lo sarà sempre, l’inserimento dei nostri dati permette uno dei più profittevoli business al mondo.
(I fondatori: Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes)

Fidelizzazione del cliente:

Sono tutte quelle attività messe in atto dall’impresa per mantenere i clienti già in portafoglio, instaurando un rapporto di fiducia e duraturo nel tempo. La differenza in termini di costo fra tenere fidelizzato un cliente e farne uno nuovo è di 1:20, di qui l’importanza di tale attività.

Footer:

Footer (o Piè di pagina) si riferisce a quella porzione di pagina del sito web che sta in fondo ad ogni pagina di un sito web, sempre uguale. Per consuetudine possiamo aspettarci di trovarvi i riferimenti dell’Azienda, alcuni link utili alla navigazione, l’informativa privacy, il riferimento del webmaster.

Focus Group:

Il Focus Group è un gruppo di discussione creato appositamente per discutere su un tema, un prodotto o un servizio. Il fine è quello di ottenere delle informazioni utili o dei riscontri positivi/negativi rispetto all’oggetto dell’incontro. Le persone invitate a partecipare all’incontro parlano liberamente in presenza di un moderatore, sono circa una dozzina in media, e non sono del settore, ma sono potenziali clienti o comunque possibili interlocutori dell’impresa. L’incontro può avere una durata di mezz’ora, un’ora, un’ora e mezza di solito.

Funnel:

La traduzione letterale è imbuto. Funnel è nella sostanza il percorso che  fa un potenziale cliente fa dal momento in cui si avvicina al nostro sito al momento in cui diventa cliente. Dalla parta più alta e più larga dell’imbuto, andando verso il basso avremo una serie di passaggi che andranno a scremare tutte la visite sul nostro sito fino ad ottenere il massimo risultato possibile in termini di vendite o di contatti interessati.

Le fasi si riassumono  in tre step:

  • TOFU (Top of the Funnel): qui viene creato il contenuto per attirare il maggior numero possibile di visitatori;
  • MOFU (Middle of the Funnel): I visitatori hanno le idee più chiare perché hanno letto i nostri contenuti e capiscono cosa possa essere a loro utile;
  • BOFU (Bottom of the Funnel): Dopo aver attirato i visitatori e dopo aver dato loro dei contenuti interessanti che ci hanno reso appetibili, nella fase BOFU dobbiamo trasformare i potenziali clienti in Clienti, con dimostrazioni del prodotto, una prova gratuita o un test, sempre e comunque impegnando l’interlocutore a lasciare i propri dati in un form di contatto.

Scrivi un commento

Questo sito usa cookies per la navigazione, proseguendo accetti la condizione: Ok